Keita Baldé si sta prendendo il Cagliari

L'impatto dell'attaccante senegalese nell'ambiente rossoblu è stato più che positivo

pubblicato il 21/10/2021 in Approfondimenti da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
2021

Arrivato l'ultimo giorno di mercato dal Monaco, ci ha messo davvero poco per prendersi il Cagliari. Keita Balde al momento è una pedina inamovibile nel gioco di Walter Mazzarri, che l'ha schierato titolare sin dall'inizio della sua avventura in rossoblu.

L'attaccante senegalese finora ha realizzato 2 gol e 2 assist su 6 partite, mica male come partenza. Contro la Samp ha regalato la palla dell'1-0 a Joao Pedro, con cui sta formando un feeling sempre più telepatico. Era il giocatore che serviva a questo Cagliari, in passato troppo spesso privo di individualità che sapessero inventarsi dal nulla la giocata, che sapessero spaccare in due la partita.

Keita ha muscoli, velocità, fantasia e dribbling, oltre che un grande fiuto del gol, che l'ha trasformato da un esterno d'attacco puro a una seconda punta consumata. Si è saputo adattare sin da subito al gioco di Mazzarri, un gioco che premia la sua capacità di cercare la profondità e che gli dà la possibilità di spaziare su tutto il fronte offensivo.

Con un Joao Pedro così, che adesso è arrivato a quota 6 reti in questo campionato, avere una spalla come Keita, che sa sia fare il solista ma anche lo scudiero, è molto importante. È un giocatore nettamente diverso da Pavoletti, che rappresenta invece forse un Cagliari che non c'è più, visto che i cross dal fondo arrivano sempre meno adesso, e si sfrutta di più la verticalizzazione palla a terra.

Keita si sta prendendo il Cagliari, ed è lui una delle figure su cui puntare per risalire la china dopo un inizio di stagione stentato.