Ceppitelli: "Per continuare a vincere serve umiltà. Grazie al mister miglioriamo in difesa"

Le parole del difensore rossoblù in occasione de Lo Stadio dei Bambini

pubblicato il 05/11/2015 in Interviste da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori
www.blogcagliaricalcio1920.net

Nuova stagione de “Lo Stadio dei Bambini”, l’iniziativa che porta il Cagliari dentro le scuole del territorio per regalare un momento di svago ai tanti piccoli tifosi rossoblù, ma soprattutto per trasmettere loro l’importanza dei valori intrinseci nello sport: rispetto, uguaglianza e amicizia.

Protagonista di questo secondo appuntamento, oggi, presso la scuola Randaccio di Via Venezia, è stato Luca Ceppitelli, reduce dalla grande prestazione condita dal gol contro il Vicenza. Con lui, tra i bambini, una vecchia gloria del Cagliari, lo scudettato Beppe Tomasini.

Prima del gioioso abbraccio che i bimbi gli hanno regalato, il difensore rossoblù si è fermato per scambiare qualche battuta con la stampa presente.

Ecco le sue dichiarazioni:

"Ogni partita è diversa, l'importante è fare il nostro, dobbiamo sempre fare risultato. L'importante è non prendere gol, se poi li faccio tanto meglio. Stiamo migliorando in difesa e il mister ci ha aiutato tanto. Dobbiamo scendere in campo con umiltà ma consapevoli della nostra forza, solo così potremo fare bene. Sono felice di essere tornato al gol, l'anno scorso sono stato sfortunato in quel senso.

Dobbiamo tenere a mente che ogni partita è difficile ma se non entriamo in campo con il piglio giusto sarà sempre complicato. Durante l'infortunio non mi sono mai fermato e questo mi ha dato la forza per tornare in campo. Noi prepariamo le gare in casa e fuori allo stesso modo, forse il pubblico ci da qualcosa in più ma forse dipende dall'atteggiamento degli avversari. Voglio tornare in A con il Cagliari. Granoche? Sappiamo che è forte e dovremo stare attenti".